Quest’anno i festival di cinema horror e fantastico si concentrano soprattutto in autunno. Apre le danze il TOHorror Film Fest 2017 di Torino (17-21 ottobre) arrivato alla XVII edizione, questa volta dedicata alla superstizione. Come di consueto sono in palio i seguenti 9 premi: miglior lungometraggio, miglior cortometraggio, migliore animazione, migliore web serie, migliore sceneggiatura originale, premio Anna Mondelli per miglior opera prima, premio Antonio Margheriti per miglior inventiva artigianale, premio migliori effetti speciali e premio del pubblico.
In concorso ci sono 9 lungometraggi (Italia, Regno Unito, USA e Islanda) e 26 cortometraggi (Spagna, Germania, Regno Unito, Turchia, USA, Ungheria, Australia, Svizzera, Russia).

Lungometraggi in concorso:

Brackenmore, JP Davidson, 72’, UK, 2016
Dis, Adrian Corona, 60’, USA, 2017
Offensive, Jon Ford, 102’, UK, 2016
Redwood, Tom Paton, 75’, UK, 2017
Rift, Erlingur Thoroddsen, 110’, Islanda, 2017
Shanda’s River, Marco Rosson, 90’, Italia, 2017
Stranger In The Dunes, Nicholas Bushman, 93’, USA, 2016
The Black Gloves, Lawrie Brewster, 93’, UK, 2017
Welcome To Willits, Trevor Ryan, 82’, USA, 2016

The Black Gloves

The Black Gloves

Quest’anno il festival di Torino ci offre un campionario di orrori e di paure piuttosto nutrito e tematicamente variegato: mostri, culti sanguinari e atmosfere ‘lovecraftiane’ (BrackenmoreThe Black Gloves), survival horror e home-invasion (OffensiveRedwood), oscure leggende e maledizioni (DisShanda’s River), thriller psicologici (RiftStranger In The Dunes), alieni fantahorror (Welcome To Willits).

 

Film ‘maledetti’ agli Eventi cinema

Nella sezione dei film fuori concorso vogliamo segnalare due proiezioni in anteprima da non perdere assolutamente.
Tutto il fascino di un film maledetto è quello di The Evil Within, opera dalla lavorazione lunga e tormentata (dal 2002 al 2008), realizzata dal problematico Andrew Rork Getty, rampollo della celebre dinastia miliardaria dei Getty. Il film, terminato dopo mille difficoltà, narra la storia crudele di un ragazzo mentalmente disabile ossessionato dalla sua immagine riflessa da uno specchio. Proprio dallo specchio prende forma una mostruosa entità, chiamata Il Narratore, che gli ordina di uccidere le persone che ama di più…
Lo stesso Getty ha raccontato che ad ispirarlo sono stati gli incubi terribili che lo affliggevano da ragazzino. Ma a gettare definitivamente su The Evil Within la fama di film maledetto è stata la morte del regista per omicidio, sopraggiunta nel 2015 in circostanze misteriose e scabrose. Lo sventurato Andrew Getty non è riuscito a vedere la versione definitiva del suo amato film.

The Evil Within

The Evil Within

 

Molto atteso anche il giallo-horror italiano The Antithesis di Francesco Mirabelli, interpretato dalla “regina del noir” italiano Crisula Stafida. Una giovane geologa, per conto di un architetto, va a soggiornare in una villa nella quale si verificano fenomeni anomali dovuti a sbalzi termici esorbitanti. Una volta stabilitasi nella dimora, la ricercatrice si ritroverà catapultata in un vortice di orrore e delirio…

The Antithesis

 

In attesa che siano assegnati i premi guardiamoci una piccola selezione di trailer.

Trailer