Geralt di Rivia, un solitario cacciatore di mostri e di demoni, lotta per trovare il proprio posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Il suo destino si intreccerà poi con quello di una potente strega e una giovane principessa con un pericoloso segreto. I tre si ritroveranno ad attraversare insieme un mondo sempre più instabile…

 

L’heroic fantasy (o sword and sorcery), come sottogenere del fantasy (che ha nel personaggio di Conan il barbaro il suo più illustre ed emblematico rappresentante), non ha mai trovato finora un grande spazio o una rappresentazione adeguata sul piccolo schermo nel mondo della serialità televisiva. Ci sono state numerose serie TV fantastiche di successo con elementi di “fantasia eroica” (come Il Trono di Spade o Vikings) ma nessuna di queste è incentrata su una singola figura di eroe monolitico e indomabile sul modello di Conan. Anche altre serie celebri come Hercules, Xena – La principessa guerriera o Merlin secondo noi non entrano a pieno titolo nell’heroic fantasy vera e propria per via dei toni leggeri o quasi umoristici che talvolta le caratterizzano e per la mancanza di vera epicità e di atmosfere adeguatamente ‘dark’.

Rimedierà a questa mancanza la piattaforma di streaming Netflix con The Witcher una serie fantasy di 8 episodi basata sull’omonima saga letteraria dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski (scritta tra il 1990 e il 1999 e nel 2013), da cui è stato tratto anche un famoso videogioco action prodotto dalla CD Projekt RED. Fortunatamente la serie sarà incentrata più sui libri piuttosto che sui videogiochi, probabilmente in accordo anche con Sapkowski che dal 2018 fa parte del team creativo del progetto. La storia è incentrata sulla figura di Geralt di Rivia, un witcher (o strigo nella traduzione italiana dei libri) ovvero un guerriero dotato di grande forza e abilità nel combattimento ma anche capace di utilizzare le arti magiche per combattere le creature soprannaturali (come manticore, vampiri, draghi, etc…) e potenziare il suo corpo. Geralt fa parte di un ordine di guerrieri geneticamente modificati per portare a termine le missioni che gli vengono affidate da vari committenti umani, a volte più letali e subdoli dei mostri da combattere. Durante le sue missioni, ambientate in un continente immaginario diviso tra l’Impero di Nilfgaard e il Regno di Temeria, dovrà allearsi con una strega (Anya Chalotra) e una giovane principessa (Freya Allan). A impersonare il possente Witcher è stato chiamato l’attore britannico Henry Cavill, noto per aver interpretato Superman nei film L’uomo d’acciaio (2013) e Batman vs Superman: Dawn of Justice (2016).

The Witcher - Netflix

 

L’immagine più popolare del personaggio è ovviamente quella della trasposizione videoludica, dove il cacciatore di mostri è armato di due spade, una per uccidere i comuni mortali e l’altra, dalla lama d’argento, per le creature soprannaturali. Invece dal trailer sembrerebbe che Geralt sia equipaggiato con una sola lama. Nel videogioco le lame sono portate entrambe sulla schiena (modalità poco pratica tipicamente “fantasy”), nei libri (più verosimilmente) Geralt tiene la spada d’argento sul suo cavallo Roach. Staremo a vedere…
Eroe cinico e disilluso ma con una sua tormentata moralità, Geralt di Rivia sembra ispirato, più che al barbarico e truce Conan di Robert Howard, a Elric di Melniboné il principe albino, creato da Michael Moorcock (tra gli anni settanta e novanta,) anche lui dotato di una chioma candida e di una spada magica (che si nutre delle anime delle sue vittime).

Elric di Melniboné

Elric di Melniboné

 

Oltre alla trilogia di videogiochi, dalla serie di libri sono stati tratti un film polacco, Wiedźmin, fantasy del 2001 diretto da Marek Brodzki, adattamento cinematografico di alcuni racconti, e una serie televisiva omonima (2000-2001) di 13 episodi, sempre di produzione polacca. Sia nel film che nella serie TV, Geralt viene interpretato da Michał Żebrowski.
The Witcher dovrebbe arrivare su Netflix entro la fine del 2019.

 

Ideatore: Lauren Schmidt Hissrich
Cast: Henry Cavill, Freya Allan, Anya Chalotra, Jodhi May, Björn Hlynur Haraldsson, Adam Levy, MyAnna Buring, Mimi Ndiweni, Therica Wilson-Read
Anno: 2019